Il primo chef italiano a prendere tre stelle Michelin fu Gualtiero Marchesi: era il 1986 e nessun altro ristorante tricolore era mai riuscito nell’impresa. Il Maestro italiano passò a due stelle dal 1997 in poi, fino ad arrivare nel 2008 al rifiuto del sistema di attribuzione dei punteggi chiedendo di restituire uffialmente le stelle alla Guida.

Dopo Gualtiero è stato il turno di Ezio Santin dell’Osteria del Ponte di Cassinetta di Lugagnano alle porte di Milano, il secondo in Italia a ricevere le ambite tre stelle. Anche lui come Marchesi restituì ufficialmente il riconoscimento alla Rossa.

Per quanto riguarda gli chef bistellati la situazione è certamente più elaborata e complessa: quasi ogni anno la Guida attribuisce questo certificato di eccellenza a nuove insegne. Intanto noi tifiamo rigorosamente per il nostro chef Walter Ferretto e per la sua cucina superba e unica de il Cascinalenuovo di Asti! Tradizione e gusto per il buono accompagnano i suoi piatti affascinanti in ogni suo ritrovo in bocca.