Dati sotto attacco, Facebook a caccia di un partner per la cybersecurity

LANGA WEB | Siti Web, Programmazione e Social con Metodo

Dopo la violazione di 30 milioni di account Facebook vuole reclutare un partner industriale per migliorare gli standard di sicurezza.

Facebook ha subito di recente un attacco informatico. Gli account di 30 milioni di utenti sono stati hackerati e ora il gigante dei social network tenta di correre ai ripari. Il sito The Information riferisce che da qualche giornoFacebook sta cercando di acquistare una società specializzata in attività di cybersicurezza. Le aziende contattate sono diverse e l’affare si dovrebbe chiudere entro fine anno.

Rimane poco chiaro ancora quale sia lo standard di sicurezza che stia cercando di acquistare Facebook. Questa acquisizione da parte del social fondato da Mark Zuckerberg dovrebbe portare un’ulteriore garanzia sulla sicurezza dei dati condivisi sul social network. Sicurezza che già avrebbe dovuto essere garantita.

La notizia arriva un mese dopo l’attacco che ha portato alla sottrazione dei token di accesso per 30 milioni di account. Inizialmente la stima era di addirittura 50 milioni di profili violati, account ai quali gli hacker hanno avuto accesso alle informazione di base quali nome, numero di telefono, email e indirizzi. Circa il 10% dei profili violati appartiene a cittadini europei.

Sulla scia dello scandalo Cambridge Analytica e di questi attacchi (ecco come verificare se il proprio profilo è stato colpito), Facebook è alla ricerca di strumenti per rassicurare gli utenti e per bloccare gli usi distorti della sua piattaforma. A cominciare dall’inquinamento di fake news e troll collegati alla campagna politica per le elezioni di metà mandato negli Stati Uniti. In questo solco si inserisce lo scouting di una società di cybersecurity, per riguadagnare gran parte della fiducia che sta perdendo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

+ info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi