App Store a crescita zero, è la prima volta

By 07/04/2018APP, NOTIZIA
langaweb_ app store _ programmazione web LANGA WEB | Siti Web, Programmazione e Social con Metodo

L’App store, il negozio di app del mondo Apple, ha smesso di crescere. Nel 2017 il numero di software totali ospitati nell’App Store è diminuito del 5% mentre quello delle nuove app del 29%, ma non c’è da perdere la testa…Sembra impossibile, eppure è la conclusione che emerge dall’analisi di AppFigures relativa ai dati dell’hub digitale riferiti all’anno 2017. Sul suo blog AppFigures riporta un calo di circa 100mila app, ovvero una diminuzione nel numero totale di pacchetti ospitati pari a circa il 5% del totale.

A fine 2016 erano 2,2 milioni, un anno dopo sono diventati 2,1 milioni. Non si tratta di un’emorragia tale da destare preoccupazioni di sorta, ma è pur sempre la prima contrazione nella storia del negozio digitale, che ha alzato le saracinesche poco meno di 10 anni fa (il decennale cade a luglio).

Secondo AppFigures però il dato non deve far perdere la testa, dal momento che si tratta di una conseguenza diretta di politiche ben precise adottate da Apple negli ultimi tempi. La casa di Cupertino negli scorsi mesi in effetti ha preso provvedimenti contro numerose app presenti sull’App Store che non rispettavano le linee guida imposte dal gruppo agli sviluppatori esterni.

In questo modo app che clonavano altre app o software palesemente dedicato allo spam sono stati tutti rimossi dall’App Store. Il 2017 inoltre è stato l’anno in cui Apple ha sbalzato fuori dal suo App Store tutte quelle app a 32 bit non più riadattate per il passaggio ai 64 bit, che su iPhone e iPad è avvenuto nel 2013. Software obsoleti e probabilmente abbandonati dagli stessi sviluppatori hanno dunque abbandonato lo store, conformemente a quanto il gruppo di Tim Cook aveva promesso sarebbe avvenuto già l’anno precedente.

Le stesse linee guida dettate potrebbero essere alla base di un altro dato riportato da AppFigures, questa volta leggermente più preoccupante: un calo del 29% nel numero di nuove app pubblicate nel corso dell’anno. La diminuzione potrebbe essere l’effetto del rinnovato e più rigido processo di approvazione delle nuove app da parte dei revisori Apple, ma la contrazione anche in questo caso è prima mai registrata dal 2008. Anche di fronte di un Play store in costante crescita (+30% nel numero totale di app rispetto al 2016, +17% nel numero di new entry), App Store potrebbe avere dunque fatto pace con l’idea di un mercato ormai giunto a maturazione, preferendo un approccio più incentrato sulla qualità dei prodotti ospitati piuttosto che sulla quantità a tutti i costi.

Fonte: Wired.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.

+ info

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi